Intervista a bonculture

In primo piano

vito-mancuso-lexgiornate-01 2

Intervista a firma di Felice Sblendorio e Elisabetta de Palma.

Intervista a Vito Mancuso bonculture [Link]

Vito Mancuso è uno dei teologi più importanti del nostro Paese. Non si contano le pubblicazioni e le edizioni dei suoi libri che, nonostante i temi complessi e specifici, vengono sempre più letti e discussi. Apprezzato dai più per la sua capacità di porre interrogativi e di utilizzare e animare una teologia slegata dalle logiche dogmatiche e autoritarie che a suo avviso dominano ancora il cattolicesimo, l’impegno fra ricerca e divulgazione di Mancuso è tutto legato all’affronto delle ombre e delle contraddizioni strutturali della dottrina. In attesa del suo nuovo libro che uscirà a breve per Garzanti, “La forza di essere migliori”, Mancuso sarà uno degli ospiti più attesi della diciottesima edizione de “I dialoghi di Trani”. La sua lectio, in programma giovedì 19 settembre a partire dalle ore 20.30 presso la Cattedrale di Trani, sarà incentrata sulla parola chiave dell’edizione 2019 del festival: “Responsabilità: origine e motivazione”. bonculture ha intervistato Vito Mancuso chiedendogli di anticipare i temi del suo intervento.

Partiamo dal tema di questa edizione dei “Dialoghi”: viene naturale pensare al confronto fra  Jonas e Bloch, che sarà peraltro il tema della lezione del professor Bodei. Per il credente, oggi, è necessaria più la responsabilità o la speranza?

«Si può essere responsabili e rendere la nostra azione effettivamente efficace anche senza coltivare una speranza. Su questo tema io partirei da cosa significa responsabilità. È una parola che rimanda ad una risposta: capire la domanda e rispondere con una relazione positiva al contesto. Se non c’è la speranza che la nostra risposta possa essere azione concreta e coordinata con il contesto, non si dà esercizio della responsabilità ma si apre una lotta per affermare un particolare punto di vista, a dispetto o contro gli altri, senza alcun tentativo di rispondere. Questo apre a una visione armoniosa dell’essere perché rispondiamo alle varie domande dell’ambiente, stabilendo che più siamo responsabili e più la nostra struttura non sarà individualista ma relazionale: non un atomo che può prescindere da tutti gli altri, ma una domanda in cerca di legami, di relazioni. Essendo io questa domanda, nella misura in cui la esplicito facendola diventare una risposta rispetto alle domande degli altri, io fiorisco» …

Continua a leggere

Pubblicato in Home

Prossimi appuntamenti con Vito

Bologna sabato 5 ottobre Centro Congressi Hotel Carlton Via Montebello, 8 dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Centro Culturale Junghiano Temenos

Incontro: OCCIDENTE E ORIENTE DI FRONTE AL SACRO

Due mondi e culture diverse a confronto sul tema della spiritualità; tre grandi esponenti della cultura contemporanea riflettono su questi temi: Robert Michael Mercurio, psicoanalista junghiano;Vito Mancuso, teologo e filosofo; Martin Kalff, terapeuta della sandplay e maestro di meditazione. Introduce e modera Paolo Ferliga.

Informazioni ed iscrizioni nella locandina.

TEMENOS volantino spiritualità 2019


North York Toronto Canada, martedì 8 ottobre Columbus Centre 901 Lawrence Ave W, ON M6A 1C3 ore 19:30 

Conferenza del prof. Vito Mancuso: «LA BELLEZZA NELLA DIVINA COMMEDIA Un viaggio attraverso il concetto di bellezza naturale, artistica e morale». 8 ottobre Evento Toronto [PDF]

Schermata 2019-09-23 alle 14.39.56

Pubblicato in Home

La salute integrale

In primo piano

Intervista al prof. Vito Mancuso nell'ambito di «Vivere sani Vivere bene»

Il nostro primo dovere consiste nello stare bene. Non nel fare, ma nello stare. Se viene meno l’adempimento di questo primo dovere, non si giunge a un’armonia con se stessi e tutto quello che consegue, per quanto esteriormente impeccabile, sarà inevitabilmente macchiato da invidie, superbie, paure e quindi tale da generare malessere. Star bene però non è per nulla facile, in pochi ci riescono, i più non stanno bene, per rendersene conto basta guardare. Il motivo di questa difficoltà risiede nel fatto che il concetto di salute umana è molto articolato, così come lo è la costituzione umana. Un essere umano è corpo, psiche e spirito (intendendo con spirito la condizione della libertà) e quindi la sua salute si esprimerà sempre a un triplice livello come salute del corpo, della psiche e dello spirito. Star bene implica perciò la coltivazione di questa visione di salute integrale.

Pubblicato in Home

I dialoghi di Trani – Torino Spiritualità

In primo piano

DSC_5510

Intervista radiofonica s Spreaker; è possibile riascoltarla al seguente

 [Link]

Come indica l’origine del termine, essere responsabili significa rispondere. A cosa? A chi? Da dove viene la domanda che ci interpella e che ci chiama a rispondere in modo serio, affidabile, “sponsale” (per usare un altro termine che condivide l’origine di responsabilità)? E dove trovare la forza dentro di noi per sostenere tale risposta responsabile? E prima ancora, perché si deve rispondere in modo autentico, quando invece si può benissimo rispondere in modo falso o anche non rispondere per nulla?

Pubblicato in Home

Convegno Alta Formazione in Psicosintesi 2019

In primo piano


Firenze domenica 2 giugno, 5° Convegno Nazionale di Counselling in Psicosintesi – Counselling: TRA DESIDERIO ED ATTUAZINE BUONE PRATICHE NEL MODELLO PSICOSOMATICO. Con la partecipazione di Piero Ferrucci psicoterapeuta e filosofo, e Vito Mancuso.

Pubblicato in Home