Prossimi appuntamenti con Vito

Cerea (VR) venerdì 31 gennaio Teatro di Asparetto Piazza A.Manzoni ore 20:30
Nell’ambito del ciclo di incontri sul tema della "inSostenibilità futura”, lectio del prof. Vito Mancuso sui temi oggetto del libro "La forza di essere migliori”.

conferenze STMP.ai


Bologna Mast auditorium via Speranza 42 ore 18:00 Lunedì 3 febbraio; 17 febbraio; 2 marzo; 16 marzo

Laboratorio di Etica, con Vito Mancuso e Armando Bonaiuto.

Laboratorio Etica Iscrizioni [Link]


Padova venerdì 7 febbraio Sala Rossini | Caffè Pedrocchi ore 17.00 – 20:30

80553083_1809609529183489_6032463124089536512_n

Ospite speciale il Prof. Vito Mancuso teologo/filosofo. La via della Bellezza:

“ Privilegiare la via della bellezza. Non scegliere la via più breve, scegliere la via più bella. Circondarsi di persone belle. Se non si trovano, non temere la solitudine. Ricordarsi che la bellezza umana vive nella misura. In ogni situazione, anche la più noiosa, ricercare la bellezza. Custodire la bellezza del mondo. Favorire quanto più è possibile l’armonia, che è il sigillo della bellezza. Amare lo Spirito. Invocarlo instancabilmente. Lo Spirito, che è Signore e dà la vita, vivifica anche la bellezza. Ricordarsi sempre che la via della bellezza è la via della salvezza.”

Un momento sicuramente carico di emozioni e di racconti professionali, l’evento è stato inserito dal Centro Servizi Volontariato di Padova nell’ambito del percorso di Padova capitale europea del volontariato 2020” #EVCapital #Padovacapitale e il Comune di Padova e la Provincia per averlo patrocinato.Il convegno è gratuito con iscrizione obbligatoria solo 80 posti .


Sant'Ilario d’Enza (RE) lunedì 9 marzo Centro Culturale Mavarta via Piave, 2 ore 20:45

«Credere nel pensare, pensare nel credere» dialogo con Vito Mancuso e Brunetto Salvarani.

mancusosalvarani-locandina 2

Ai relatori, entrambi teologi, docenti ed intellettuali, presenti sia sui social media sia nei dibattiti filosofici e culturali in ambito laico e confessionale, viene chiesto di dare un contributo alle questioni antiche del “credo ut intelligam” e “intelligo ut credam” che Agostino d’Ippona aveva posto all’inizio della propria riflessione teoretica, segnando il futuro della filosofia e della teologia, questioni senza dubbio molto attuali se si pone attenzione ai disagi del pensiero contemporaneo, impegnato nelle strettoie delle certezze scientifiche e nel bisogno insopprimibile di un respiro spirituale. Certamente quando crediamo pensiamo, ma possiamo pensare anche senza credere. È possibile allora credere senza pensare, senza usare la ragione? E, per chi crede, la ragione è un ostacolo oppure un aiuto alla fede? La ragione è davvero più chiara se si unisce alla fede? Una fede che non sappia pensare la realtà è una fede matura? E in cosa crede chi non crede? Ci può essere una spiritualità senza la fede? Queste sono alcune domande a cui i nostri relatori hanno dedicato i loro più importanti lavori e ci auguriamo che possano animare un dibattito intenso e profondo.

Mancuso Salvarani locandina [PDF]


Altamura (FG) lunedì 30 marzo Teatro Mangiatordi Via Eugenio Montale ore 19:30
Lectio magistralis: “La via della Bellezza”

Nel nostro tempo senza “ centro ideale “è ancora possibile attendere la/alla Bellezza? Per Vito Mancuso certamente sì. La Bellezza è la strada privilegiata per onorare il compito che attende la nostra vita, per scoprire e vivere l’incanto del mondo.“La Bellezza è la via verso la verità della vita…. La vita è un viaggio la cui meta è la verità e la cui via maestra è la Bellezza”.
Breve dibattito finale moderato da Francesco Vulpio, direttore della rassegna “Lo spettacolo della bellezza”.