Prossimi appuntamenti con Vito

In primo piano

Padova venerdì 25 maggio Teatro Ruzante Riviera Tito Livio, 45 ore 18:15  

Energia e Informazione: riflessione sui costituenti della realtà e della vita. – Intervento del prof. Vito Mancuso (teologo e filosofo): «Consapevolezza del valore di entità come energia e informazione e influenza nella vita degli individui e della società» 

Pieghevole Padova [PDF]


San Lazzaro di Savena (BO) domenica 27 maggio Palazzo del Bosco Via Montebello 2, ore 21:00.

Nell’ambito del Festival dei Sensi 2018, conferenza del prof. Vito Mancuso dal titolo: "Sorella acqua, mistero, archetipo, armonia". Senz’acqua nessun domani. Fondamento del “grande discorso”, di cui facciamo parte, è l’acqua, forza agglutinante e relazionale. Ingresso 3€.

Festival dei Sensi – Programma [PDF]

Schermata 2018-05-24 alle 18.04.12


Riese Pio X (TV) lunedì 28 maggio Aula Casa Riese ore 20:30 

All'interno della rassegna di incontri organizzati dal Coordinamento Genitori di Riese Pio X’  su 'La forza della fragilità”, conferenza del prof. Vito Mancuso dal titolo 'Il Dio delle piccole cose. Forza e fragilità: affermazioni di una stessa fede?’. La forza della fragilità locandina – V.M.[PDF] Locandina La forza della fragilità [PDF]

Riese


Lucca venerdì 1 giugno Villa Bottini via Elisa, 9  

FESTIVAL DEL RINASCIMENTO LUCCA 2018

ore 18:00 – Intervento del prof. Vito Mancuso sul tema “Verità e Bellezza”.

Ore 18:30 “LE CITTÀ DEL NUOVO RINASCIMENTO”. Dialoghi con: Alessandro Tambellini  Sindaco di Lucca, Donatella Buonriposi Provveditore agli Studi, Andrea Robol Assessore alla Cultura di Trento, Vito Mancuso Teologo e Filosofo, Davide Foschi Ideatore e Direttore Artistico del Festival del Nuovo Rinascimento, Rosella Maspero, Presidente associazione Verso un Nuovo Rinascimento, Loreta Siderman Presidente associazione Il Mondo dei Bambini e Ambasciatrice del Nuovo Rinascimento a Lucca.

Ore 19:30 Premiazioni ufficiali 2018 del Nuovo Rinascimento: Vito Mancuso “New Renaissance Award 2018”; Premio "Città del Nuovo Rinascimento 2018": Lucca; Premio "Icona del Nuovo Rinascimento 2018": Lucca Comics & Games.

Programma Festival del Nuovo Rinascimento 2018 [PDF]

Schermata 2018-05-24 alle 17.28.12


Rende (CS) mercoledì 13 giugno Università della Calabria, via Pietro Bucci, aula university club ore 10:00

Cerimonia di Conferimento della Laurea Magistrale Honoris Causa in Giurisprudenza; ore 10:00 APERTURA cerimonia con gli interventi dei professori Gino Mirocle Crisci Magnifico Rettore dell’Università della Calabria, e Franco Ernesto Rubino Direttore del Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche; LAUDATIO con l’intervento del prof. Enrico Caterini Coordinatore del Consiglio del Corso di Studio Magistrale a Ciclo Unico in Giurisprudenza. LECTIO MAGISTRALIS dott. Vito Mancuso “Sulla giustizia e sulla natura del mondo”. Conferimento della Laurea Magistrale Honoris Causa. Lezione Laurea Honoris Causa [PDF]

Schermata 2018-04-10 alle 13.49.27


Monteprandone (AP) lunedì 25 giugno Piazza dell’Aquila – Centro Storico di Monteprandone; ore 21:30  

Nell'ambito del festival letterario Piceno d'Autore il prof. Vito Mancuso presenta “Il bisogno di pensare” (Garzanti). Coordina Ettore Picardi. Programma PDA 2018 [PDF]

Schermata 2018-05-16 alle 14.16.06


Misano Adriatico mercoledì 27 giugno, Giardino della Biblioteca Comunale via Rossini 7 – ore 21:30

(in caso di maltempo Cinema Teatro Astra). "Carpe diem – La Biblioteca illuminata giugno 2018". Conferenza del prof. Vito Mancuso: “La gioia di esistere”. Carpe diem – Programma 2018 [PDF]

manifesto HR

Pubblicato in Home

A Vito Mancuso il “New Renaissance Award 2018″

In primo piano

Schermata 2018-05-21 alle 15.09.43

Il premio verrà assegnato nel corso del Festival del Nuovo Rinascimento 2018 che si terrà a Lucca in Villa Bottini venerdì 1 giugno ore 19:30

Programma Festival del Nuovo Rinascimento 2018 [PDF]

Motivazioni:

Si desidera assegnare il “New Renaissance Award 2018” a Vito Mancuso per essere grandissimo esempio per tutti di dedizione a ciò che oggi più che mai dobbiamo riscoprire: l’arte di pensare; Vito Mancuso riesce in un intento che mostra il frutto dei veri grandi pensatori, vale a dire quello di risultare semplici e comprensibili a tutti stimolando la riflessione sui temi fondamentali proposti; Vito Mancuso non manifesta solo passione per la teologia, la filosofia, la cultura e più in generale il sapere; a nostro modo di vedere Vito Mancuso mostra con costanza il suo amore per l’essere umano e compie ogni sforzo per comunicare valori e comprensioni elevate e profondissime a tutti sia tramite i suoi libri che attraverso le sue presentazioni e conferenze. Saremmo pertanto onoratissimi di poter consegnare il New Renaissance Award 2018 a Vito Mancuso che porta al pubblico, sensibilizzandolo, valori molto cari al Nuovo Rinascimento quali a titolo esemplificativo la Bellezza, la Verità, il Senso della Meraviglia contenuti nel Manifesto del Nuovo Rinascimento di Davide Foschi. 

Continua a leggere

Pubblicato in Home

La verità vi farà liberi

In primo piano

Dialogo tra Mons. Ignazio Sanna e Vito Mancuso – Oristano 2 maggio 2018

Festival della Comunicazione di Oristano, 2 maggio 2018. Il confronto tra mons. Sanna e prof. Mancuso si pone sul piano della riflessione teologica. A partire dal tema centrale proposto da Papa Francesco per la 48a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, i due relatori dialogano sulla centralità della verità e della libertà intese in senso teologico. Ignazio Sanna è Arcivescovo Metropolita di Oristano dal 2006, membro della Pontificia Accademia di Teologia e presidente della Commissione Episcopale della CEI per la dottrina della fede, l’annuncio e la catechesi e del Comitato per gli studi superiori di teologia e di scienze religiose. Vito Mancuso dal 2009 collabora con il quotidiano La Repubblica. Il suo pensiero è oggetto di discussioni e polemiche per le posizioni non sempre allineate con le gerarchie ecclesiastiche, sia in campo etico sia in campo strettamente dogmatico. Il suo ultimo libro è “Il bisogno di pensare”.

Pubblicato in Home

Il Tao dell’Occidente: pensiero, spirito, libertà

In primo piano

Uomini e Profeti – Il Tao dell'Occidente: pensiero, spirito, libertà. Rai Plaly Radio [Link]

Schermata 2018-05-14 alle 23.05.42“Il mio obiettivo non è quello di essere cristiano, ma quello di condurre sempre con autenticità la mia ricerca spirituale, camminando sul sentiero del bene e della giustizia con tutti gli uomini di buona volontà". Così Vito Mancuso riassume il senso di questo breve percorso ripercorrendo momenti della sua vita, le sue letture, il suo pensiero.

Letture di Francesca Rizzi e Graziano Piazza. I testi delle letture sono tratti da: Rispetto per la vita di Albert Schweitzer Enneadi di Plotino Ricordi, sogni, riflessioni di Carl Jung Lettera a un religioso di Simone Weil Ascolto musicale Leonard Cohen, Anthem

Pubblicato in Home

Addio a Ermanno Olmi

In primo piano

«Sentiva di affrontare la morte non come intellettuale, ma come bevitore, bevitore d'amore. Questa è la sua salvezza: non aveva alcun debito da saldare» – così Ermanno Olmi su Joseph Roth nel suo intervento alla Cattedra dei non credenti del 1991. Io oggi queste sue parole le dedico a lui. – Vito Mancuso

26d5600a-51d1-11e8-9b53-c3459fa6693f_d9e73d0b33db827ed3ea0e65edc82208-kp5H-U1110758740500wME-1024x576@LaStampa.it

Pubblicato in Home

Ermanno Olmi e Vito Mancuso

In primo piano

Ermanno Olmi: i suoi film mi hanno accompagnato con la loro poesia fin dall'adolescenza. L'averlo conosciuto e frequentato è stato per me uno dei più grandi regali della vita. Era un uomo vero. Vero come la natura che tanto amava. Rimane, rimarrà. Grazie Ermanno, maestro e amico.

Ermanno Olmi e Vito Mancuso alla Fiera delle Parole a Padova mercoledì 9 ottobre 2013 presso Cinema Teatro Multisala Pio X, presentano insieme IL PRINCIPIO PASSIONE la forza che ci spinge ad amare

Pubblicato in Home

Vedete sono uno di voi

In primo piano

Cinema Lumière di Bologna; l'arcivescovo Matteo Maria Zuppi e il teologo filosofo Vito Mancuso, al termine della proiezione del film documentario di Ermanno Olmi sulla figura del Cardinale Carlo Maria Martini "Vedete sono uno di voi", esprimono "a caldo" le loro impressioni sul documentario e ricordano con emozione la figura del grande uomo e religioso scomparso nel 2012.

Pubblicato in Home

Ermanno Olmi – Il villaggio di cartone

In primo piano

"Il villaggio di cartone" di Ermanno Olmi. Saggio introduttivo di Vito Mancuso

In una vecchia chiesa ormai in disuso un anziano prete assiste impotente allo smantellamento di tutti i simboli religiosi fino alla sparizione del grande crocifisso e alla trasformazione della casa del Signore in un centro di accoglienza per gli immigrati, «i veri ornamenti del tempio di Dio». Il vecchio prete, senza più un luogo in cui officiare i suoi servizi, si troverà a prendersi cura dei disperati che, inseguiti dalla polizia, hanno cercato un rifugio nella chiesa dismessa, e grazie a loro ritroverà una fede ormai vacillante. Il messaggio di Ermanno Olmi non lascia spazio a dubbi: via i simulacri, dentro gli uomini. La sceneggiatura del film del grande regista lombardo, presentato fuori concorso all'ultima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e accolto dal giudizio unanime dei critici come un piccolo capolavoro, è stata scritta con la collaborazione di Claudio Magris e Gianfranco Ravasi ed è qui accompagnata dall'introduzione di Vito Mancuso.

Prefazione a «Il villaggio di cartone» [PDF]


Eccoci in una chiesa senza più simboli religiosi, ma che proprio per questo riscopre il suo senso e rivive la vera finalità per la quale è stata costruita, essere cioè ecclesía (termine greco formato dal verbo káleo, “chiamare”, e dalla preposizione ek, “da”), vale a dire tempo e luogo di raduno e di accoglienza in seguito a una chiamata. Se infatti vi fossero state ancora le panche allineate, non vi sarebbe stato posto per il villaggio di cartone, provvisorio rifugio dei clandestini e simbolo finalmente reale (grazie alla nascita di un neonato) della nascita clandestina del Figlio dell’uomo e che per questo fa riscoprire al vecchio prete la poesia di cantare piano in ginocchio Adeste fideles; se l’acquasantiera fosse stata ancora in funzione, non avrebbe potuto essere utilizzata per raccogliere l’acqua piovana che cola dal tetto e fornire da bere agli assetati secondo il comando evangelico; se ancora vi fosse stato una via vai di fedeli, molti di essi non avrebbero tollerato quell’accampamento nomade simile alle tende degli ebrei lungo il cammino nel deserto (“Quella è tutta gente diversa, non è come noi”, dice il sacrestano, personaggio simbolo della frattura spesso così dolorosa tra umanità e religione, tra essere cristiani ed essere cattolici, tra Vangelo e Catechismo) …

Continua a leggere

Pubblicato in Home

Castità? Diamo ai preti la libertà di scegliere

In primo piano

Pope-Francis-priests960445-933x445

Intervista all'Adige.it 5 maggio 2018

Sarebbe bene che la Chiesa prendesse coscienza che i tempi sono cambiati. In sintesi, possiamo dire che è questo il pensiero di Vito Mancuso a proposito della regola che la Chiesa impone ai propri sacerdoti sul celibato. 

Teologo, docente universitario, scrittore, Mancuso non entra nel merito dei fatti che hanno investito le comunità della Valsugana, ma propone una riflessione sul tema con la saggezza che viene da chi ha approfondito la questione anche dal punto di vista della dottrina e dei testi sacri. E la sua, anche in questo caso, è una posizione che non sembra allinearsi molto a quelle delle gerarchie ecclesiastiche. 
«Quando si fanno delle promesse, uno deve essere vincolato a queste – spiega ancora prima di entrare nel merito del tema -. Se uno sente di non poter essere all’altezza di ciò che ha promesso, dovrebbe trarne le conseguenze. Il celibato fa parte delle condizioni d’ingaggio dei preti. Detto ciò, quella del celibato non è una condizione strutturale» …

Continua a leggere

Pubblicato in Home

Tecnologia, pensiero, libertà

In primo piano

Foligno (PG) venerdì 27 aprile Auditorium San Domenico. Conferenza organizzata dal Laboratorio di Scienze Sperimentali dal titolo: “Tecnologia, pensiero, libertà” all'interno dell'VIII edizione di Festa di Scienza e di Filosofia sul tema 'L’avventura dell’uomo. Da quale passato, verso quale futuro.

Pubblicato in Home

Il senso del Sacro e il Mistero della Natura

In primo piano

Il silenzio e il vuoto conducono al sacro, al divino o, semplicemente, al concetto di un’essenza superiore che supera i confini del mondo fisico, percepibile e noto. Per l’intelletto è il luogo più vivo e seducente, un punto che vorremmo toccare per capire ogni cosa, anche se non è possibile raggiungerlo. È tuttavia a tale luogo che tutti aspiriamo, l’unico concepibile senza oggetti, materiali né forme. «Michele De Lucchi»

32-35_Mancuso

Vito Mancuso – Il senso del Sacro e il Mistero della Natura [PDF]

Vito Mancuso: L’esperienza del sacro è da sempre presente nell’essere umano che prende coscienza del mistero insondabile, amico e nemico al contempo, della natura.

1. Si narra che Eraclito, ad alcuni stranieri venuti a trovarlo e che si erano fermati sulla soglia poiché l’avevano visto scaldarsi al fuoco in cucina, avesse detto: “Entrate senza timore, anche qui ci sono gli dei”. La frase riproduce alla perfezione lo spirito classico secondo cui “tutte le cose sono piene di divinità” e la natura nel suo insieme appare, così Giordano Bruno, “instituto santo”. Lo stesso vale per tutte le civiltà, delle quali nessuna risulta priva di divinità, riti, credenze, perché l’esperienza del sacro è da sempre presente nell’essere umano che prende coscienza del mistero insondabile, amico e nemico al contempo, della natura. Oggi però, nell’epoca della scienza, è legittima questa visione? È lecito a una coscienza responsabile vivere l’esperienza del sacro al cospetto della natura? 

Continua a leggere

Pubblicato in Home

Margherita Lazzati, Ritratti in Carcere

In primo piano

Schermata 2018-04-18 alle 13.51.50

Una mostra che raccoglie materiale frutto di anni di lavoro, autofinanziata, con ambizioni tecniche e sociali difficili, cresce mano a mano che si inventa occasioni e situazioni che le permettono di trovare una corretta dimensione e collocazione. Così Ritratti in carcere, nata come progetto in uno stand di MIA Photo Fair, autorevole fiera di fotografia, e quindi maturata in una Fondazione Culturale, Ambrosianeum, viene invitata in forma definitiva a Bocconi Art Gallery.

«In una dimensione nella quale luce, spazio, sfondo, tempo e relazioni appartengono a una realtà tanto definita da non essere modificabile, volevo non raccontare, ma fermare un’apparenza fisica. Un aspetto, una figura, una sembianza, un atteggiamento, un portamento; senza retorica e senza l’ambizione di andare oltre, o cercare di cogliere l’anima.»
(dal catalogo Margherita Lazzati, Ritratti in carcere, Edizioni La Vita Felice, Milano 2018).


30 fotografie scattate nel carcere di massima sicurezza di Milano-Opera: 25 ritratti di persone recluse,con pene per lo più di lunga durata o “fine pena mai” e cinque volontari, tutti eseguiti tra il 2016 e il 2017.Con l’autorizzazione del Ministero della Giustizia, del Magistrato di sorveglianza (e in piena sintonia con il direttore del tempo, Giacinto Siciliano), Margherita Lazzati ha frequentato tutti i sabati per più di cinque anni il Laboratorio di scrittura creativa dell’Istituto e, consenzienti le persone detenute, ha realizzatouna vera e propria galleria di ritratti, settimana dopo settimana, mese dopo mese.

Invito Lazzati_[PDF] CS Lazzati Bocconi [PDF]

Margherita Lazzati (Milano 1953, Accademia di Belle Arti di Brera) si è occupata di fotografia sin dagli esordi, ma ha reso organico il suo lavoro solo a partire dal 2008, sviluppando la sua ricerca per temi, in seguito presentati in mostre e pubblicazioni. Con esiti ascrivibili alla tipologia del “reportage sociale”, eppure tali da trascendere i limiti propri del loro contesto d’origine.

Continua a leggere

Pubblicato in Home

Dialoghi sull’Unità del Tutto

In primo piano

Milano, giovedì 5 aprile Centro Studi Tibetani  – "Dialoghi sull’Unità del Tutto" con Marco G.Giammarchi, Luca Guzzardi, Vito Mancuso, Paljin Tulku.

Pubblicato in Home

Vito Mancuso – Hegel Teologo

In primo piano

NUOVA EDIZIONE DA GIOVEDì 29 MARZO IN LIBRERIA PER GARZANTI

Mancuso-Hegel Teologo

La Chiesa ha sempre negato a Hegel il riconoscimento dell’ortodossia, considerando il suo pensiero incompatibile con l’integrità cristiana. Con questo libro ormai imprescindibile, apparso una prima volta nel 1996 e riproposto ora in una nuova edizione, Vito Mancuso si accosta alla filosofia hegeliana mostrandone la profonda intenzionalità teologica e facendo giustizia di equivoci e fraintendimenti. E giunge anzi a mostrare come proprio dal cristianesimo Hegel abbia fatto scaturire la sua visione della storia, del suo senso e della sua finalità.

«Un’interpretazione originalissima, un Hegel inedito, non soltanto ripensato, ma che – meraviglia! – viene raccontato e per questo diviene finalmente leggibile.» Elmar Salmann

«Un lavoro avvincente… nuovo e originale per quanto riguarda il significato complessivo del pensiero hegeliano… in un linguaggio vivo, attuale, non di rado fascinoso.» Piero Coda

«Una ricerca tanto rigorosa, quanto partecipe della “verità” teologica di Hegel… La rivisitazione della teologia hegeliana fatta da Mancuso costituisce un apporto di grande rilievo.»Virgilio Melchiorre

Vito Mancuso – Hegel Teologo scheda [PDF]

Vito Mancuso Hegel Teologo Prefazione [PDF]

 ISBN9788811601944 – Collana ELEFANTI SAGGI – Casa Editrice GARZANTI Aree tematiche Saggi, Tascabili 448 pagine 17,00€

Pubblicato in Home

Il bisogno di Pensare a Quante Storie

In primo piano

Schermata 2017-11-23 alle 21.25.04

Perché viviamo? Quali sono i nostri veri obiettivi? Domande essenziali che spesso preferiamo evitare, ma che si affacciano di continuo nella nostra quotidiana ricerca di senso. Ospite di Corrado Augias in questa puntata di Quante Storie, il teologo e filosofo Vito Mancuso prova a risalire alle origini del bisogno primordiale di interrogarsi e ci spinge a pensare con il cuore, senza altro dogma che la ricerca costante del bene. Nel corso della puntata, viene proposta una nuova tappa del viaggio attraverso l'Italia alla ricerca di storie di resistenza culturale: Andrea Rolli racconta il recupero del Teatro Rossi di Pisa.

Il Bisogno di Pensare a Quante Storie [Link]

Pubblicato in Home

Il bisogno di pensare – Video presentazioni

In primo piano

Breve presentazione del nuovo saggio «Il bisogno di pensare» Garzanti 2017

Sveva Sagramola intervista il prof. Vito Mancuso sui temi del libro "Il bisogno di pensare" (Garzanti) nel corso della trasmissione televisiva Geo in onda martedì 7 novembre 2017

Pubblicato in Home

La fede è pensare “dicendo sì”

In primo piano

«Un amen che battezza tutti i giorni». La recensione di Enzo Bianchi per La Stampa

Schermata 2017-10-29 alle 15.53.41

Se pensate che la filosofia non serva a nulla per la vita quotidiana… se pensate di non aver bisogno di ponderare, discernere, connettere, ringraziare… se pensate di aver sempre ragione senza mai ragionare… O anche più semplicemente, se pensate e basta, allora l'ultimo libro di Vito Mancuso vi sarà utilissimo.

Nel suo recente Il bisogno di pensare, il teologo e filosofo, collaboratore de «La Repubblica», prende per mano il lettore e gli fa usare la testa senza mai separarla dal cuore. Dedicate alla filosofia, queste pagine sono in realtà rivolte a chiunque si lasci interpellare sul senso della vita e sul posto che ciascuno di noi occupa – per minuscolo che sia – nella storia dell'umanità. Del resto non è forse vero che ci paiono degne di fede solo le parole di chi «dice quello che pensa e pensa quello che dice»? .

Continua a leggere

Pubblicato in Home

Pensare con il cuore. La filosofia diventa per tutti

In primo piano

Recensione di Romano Montroni – Corriere di Bologna, 28 ottobre 2017

Schermata 2017-10-28 alle 20.52.27

I ragionamenti limpidi e rigorosi di questo libro fanno venire voglia di rileggerli e commentarli anche a chi, come me, non sarebbe portato alla speculazione filosofica. Mancuso ci porta a riflettere sull'attività di pensare suscitando delle emozioni («pensare con il cuore»), e anche su quello che non ci è familiare e comprensibile. E ci chiama in causa con domande che ci toccano molto da vicino sui nostri sogni e desideri. Il pensiero, spiega, nasce da un bisogno interiore, che non va confuso con la necessità – esterna a noi; inoltre, soltanto l’azione preceduta e guidata dal pensiero è in grado di tendere al bene. (In effetti, se ci guardiamo attorno, l'attività di pensare non è molto diffusa e viene spesso esercitate in maniera superficiale!). Sarete incuriositi dai titoli dei capitoli, che affrontano temi centrali del nostro essere persone, come il rapporto tra mente e cuore con l’importanza di vivere sopra il caos; e poi leggete il libro, anche insieme agli amici, ai figli, leggetelo a voce alta, per capire l'importanza di sfuggire alle semplificazioni della nostra era tecnologica e per imparare a coltivatore il valore di ogni attimo. 

Pensare con il Cuore [PDF]

Pubblicato in Home

La cura dell’anima rende migliore la nostra esistenza

In primo piano

La difesa del pianeta, le risorse, i diritti umani

Schermata 2017-10-20 alle 14.03.31

Intervista a cura di Nicolò Menniti – Ippolito

Schermata 2017-10-20 alle 11.37.53Vito Mancuso in questi anni ha contribuito in modo decisivo alla rinascita della teologia, disciplina che sembrava ormai destinata esclusivamente alle aule dei seminari. Prima di tutto ha portato la teologia al grande pubblico con i suoi libri, i suoi articoli, le sue conferenze; secondariamente l’ha fatta uscire dal dibattito dogmatico rendendola qualcosa di vivo, che riguarda le singole persone.

Domani (21 ottobre) alle ore 11.00 al museo della storia della medicina di Padova in via San Francesco per la rassegna “Ad alta voce” (Futura – Parole per pensare il domani), Mancuso sarà protagonista di un dibattito con Giulio Giorello e Marino Niola intitolato “Cura del corpo cura dell’anima. Quale futuro?”.

Negli ultimi anni c'è una grande attenzione alla cura: è solo una moda culturale oppure c'è qualcosa di sostanziale in questo interesse?

«Non c'è nulla che se portato all'esasperazione non diventi moda. Tuttavia la disposizione della mente verso la cura è costituiva dell'essere umano. Noi siamo qui per prendersi cura. Don Milani contrapponeva il suo “I care” al “me ne frego” del fascismo. Come essere umani abbiamo delle responsabilità, che vuol dire capacità di dare risposte alle domande che la vita ci pone. Essere responsabili è avere cura. Semmai il pericolo è quello di non avere un'apertura sufficiente in questo prendersi cura. Non ci prendiamo abbastanza cura delle nostre città, dell'istruzione, della nostra formazione interiore, se ci concentriamo esclusivamente sulla cura esteriore, sulla eleganza, sulla nostra presenza fisica, che pure non sono così sbagliate. È chiaro anche che noi veniamo da un passato di grande impegno sociale e questo ripiegarsi sulla cura interiore e intimista può sembrare eccessivo» …

Continua a leggere

Pubblicato in Home

I grandi libri dello spirito – La vita segreta di Gesù

In primo piano

LA VITA SEGRETA DI GESU' scelta di testi dai Vangeli Apocrifi a cura di Vito Mancuso

mancuso_vita-segretaDopo la morte di Gesù, la Chiesa mise ordine nella rigogliosa fioritura di narrazioni sulla vita e gli insegnamenti del Messia, eleggendo a Vangeli di riferimento quelli di Matteo, Marco, Luca, Giovanni. Ritenuti misteriosi o esoterici, in contrasto con l’ortodossia, i Vangeli apocrifi, cioè «da nascondere», sono stati e continuano a essere poco considerati dalla teologia ufficiale. Eppure sono moltissimi gli elementi in essi contenuti che la tradizione cristiana ha fatto propri nel corso dei secoli. Vito Mancuso sceglie e presenta i più importanti apocrifi che tratteggiano la vita di Gesù: in pagine di grande bellezza che hanno ispirato la fede e la devozione di intere generazioni, il lettore scoprirà un Gesù diverso, a volte più vicino alla nostra esperienza quotidiana, ma a volte anche più misteriosamente lontano.

Vito Mancuso è un teologo laico. Per Garzanti ha pubblicato: Io e Dio. Una guida dei perplessi (2011), Il principio passione (2013), Io amo. Piccola filosofia dell’amore (2014), Questa vita (2015), Dio e il suo destino (2015), Il coraggio di essere liberi (2016).

Pubblicato in Home